Infissi esterni: il futuro si chiama legno trasparente

Tutte le news
Infissi esterni: il futuro si chiama legno trasparente

Oltre a registrare altissimi livelli di fatturato in tutto il mondo (specialmente in Italia), quello della produzione di serramenti e infissi esterni è un comparto alla continua ricerca di soluzioni innovative in grado di dare risposte alle sfide del futuro. Lo sviluppo della bioedilizia negli ultimi anni è l’esempio concreto di come il concetto di sostenibilità si possa ben sposare con quello di qualità, in quanto si avvale di metodologie di produzione alternative e di prodotti altamente ecocompatibili. E talvolta la realtà supera la fantasia.

 

Un team di ricercatori svedesi del Kth Royal Institute of Technology ha presentato all’American Chemical Society (ACS) di Orlando un modo per ottenere un prodotto davvero fantasioso: il legno trasparente. Si tratta di un processo in grado di trasformare il legno in un materiale trasparente dalle eccellenti proprietà termiche ed energetiche. Un materiale capace non solo di garantire una visione perfetta dell’esterno, ma soprattutto di trattenere e rilasciare calore consentendo elevate performance di isolamento con minori consumi.

 

A spiegarne il meccanismo è stato il capo del team dei ricercatori svedesi Lars Berglund. Il primo passo è stato estrarre la lignina dal legno per renderlo trasparente. Successivamente, il materiale è stato coperto di glicole polietilenico (Peg), un polimero particolare che a temperatura ambiente si presenta solido, ma che a 30° C tende a sciogliersi. Una peculiarità eccezionale che consente di aumentare le capacità di isolamento del legno.

 

Il meccanismo è semplice: durante le giornate di sole il materiale assorbe calore prima di raggiungere gli spazi interni, che saranno più freschi di quelli esterni; durante la notte il Peg si solidifica e rilascia calore all’interno mantenendo una temperatura costante nell’abitazione. Insomma, per i ricercatori svedesi legno e Peg sono entrambi elementi a base biologica e biodegradabili, e quindi perfettamente idonei per l’edilizia sostenibile.

 

Di indubbia qualità termoacustica sono certamente gli infissi in legno e legno-alluminio prodotti dalla Modesti Srl, che segue da sempre un modello di produzione artigianale anche nella realizzazione di porte interne, avvolgibili, persiane, scuroni e portoni blindati.