Serramenti in legno: la norma UNI 11717-1:2018

Tutte le news
Serramenti in legno: la norma UNI 11717-1:2018

La qualità delle materie prime impiegate nella produzione degli infissi in legno è un requisito fondamentale nella classificazione delle diverse tipologie di serramenti, previsto in molti casi da specifiche disposizioni di legge. Una delle recenti novità in ambito normativo si riferisce proprio alla loro resistenza e durata nel tempo: lo scorso 21 giugno 2018 è entrata infatti in vigore la norma UNI 11717-1:2018 intitolata “Finiture per il legno per serramenti – Parte 1: Requisiti minimi di resistenza al degrado dei supporti legnosi e dei cicli di verniciature per serramenti esterni di legno e/o derivati del legno”.

 

Questa norma definisce le caratteristiche delle materie prime e dei prodotti finiti che influenzano il degrado dei supporti legnosi e dei cicli di verniciatura per serramenti (finestre e porte finestre, chiusure oscuranti e porte pedonali esterne) di legno e/o derivati del legno da impiegare in ambienti esterni.

 

Essa, inoltre, stabilisce le modalità per la determinazione e/o valutazione di tali caratteristiche, individuate in conformità ai riferimenti normativi ove esistenti, nonché i requisiti minimi per ciascuna caratteristica. Oltre alle peculiarità dei materiali, la norma individua i principali fattori che incidono nella resistenza al degrado degli infissi esterni, quali ad esempio il supporto legnoso impiegato, le caratteristiche costruttive del serramento, i trattamenti superficiali del legno prima della verniciatura, le condizioni espositive ecc.

 

Riferimento essenziale per serramentisti nella fase di realizzazione dei prodotti e nella scelta del ciclo di verniciatura più idoneo, UNI 11717-1: 2018 è applicabile a tutti i serramenti in legno ma esclude dal suo campo di applicazione alcuni importanti tipologie, ovvero serramenti interni, finestre da tetto, porte in legno per garage, serramenti con rivestimento esterno diverso dal legno (es. legno-alluminio e legno-plastica).